9 Riflessi primitivi nel neonato

I riflessi primitivi del neonato sono molto interessanti e possono anche servire a valutare eventuali problemi di sviluppo del bambino. Alcuni di questi sono proprio legati all’istinto di sopravvivenza, altri alla relazione con le altre persone, altri al semplice movimento.

Come mamme abbiamo sicuramente assistito a molte di queste reazioni curiose di nostro figlio/a di fronte a particolari stimoli ma non abbiamo mai pensato al loro significato.
Molti di questi riflessi base spariscono presto nei primi mesi di vita.

Qui sotto trovate descritti alcuni tra quelli piû famosi:

  1. Blinking: la capacità di chiudere entrambi gli occhi di fronte a una luce o dell’aria (rimane per sempre)
  2. Babinski: un riflesso piuttosto bizzarro, se tocchi il palmo della mano alla base del pollice si contrae il mento (si verifica anche in alcuni adulti.
  3. Grasping: quando tocchi il palmo della sua mano, il bimbo la stringe immediatamente come ad afferrare e tener stretto un oggetto (sparirà dopo l’anno)
  4. Moro: è il riflesso piû famoso. Il bambino ogni tanto stende braccia e gambe e butta la testa di lato. Capita quando sente un rumore o viene messo supino. Sembra sia legato alla reazione di distacco dal corpo della mamma in caso di movimento (scompare dopo 3-4 mesi)
  5. Rooting: il bambino gira la testa e inizia a succhiare quando gli si tocca il lato della bocca (scompare a 3-4 mesi)
  6. walking/Stepping: muove i piedi come per camminare quando i piedi toccano il terreno mentre per esempio lo si tiene da sotto le ascelle (scompare a 3-4 mesi e poi riappare come movimento volontario)
  7. Sucking: appena tocca un oggetto la bocca succhia (scompare a 3-4 mesi)
  8. Swimming: quando gli si mette la faccia sotto l’acqua inizia a nuotare (scompare dopo i 6-7 mesi), per questo sono molto utili e divertenti i corsi di acquaticita’ con i neonati.
  9. Tonic neck: quando viene messo sulla schiena stringe i pugni e gira la testa verso destra come in posizione di difesa