Angioletto volato in cielo 2: condizionamenti di mamma in mamma….

Ciao belle mamme! Vorrei aggiungere un nuovo pensiero sull’onda del post di Dali: http://www.whymum.it/c-15889-Angioletto-Volato-In-Cielo… Mia nonna aspettava una bimba, nata poi senza problemi, a detta di tutti bella e robusta, ma che morì dopo due giorni di agonia perchè i medici di 70 anni fa le tagliarono il cordone ombelicale con forbici arrugginite. Mia nonna andò giù di testa per diverso periodo e io ogni volta che ci penso non posso che rabbrividire e “ribellarmi”… A volte mi vien da pensare che le vite di madre in madre, all’interno di una famiglia si condizionino. Dopo mia nonna, mia mamma, che ha avuto un periodo, in cui io stavo male e ogni medico diceva una cosa diversa e non si capiva cosa avessi, che entrò in depressione e incolpava i medici.. Poi è toccato a me: prima e dopo la nascita di mio figlio ho temuto che qualcosa me lo avrebbe strappato via, o che comunque io non sarei sopravvissuta durante il parto!, e in effetti, il primo anno di vita del mio bimbo un po’ mi è stato portato via, dalla mia depressione post parto. E VOI? VI FATE PRENDERE DA CONDIZIONAMENTI VEDENDO LA STPRIA DI MAMME A VOI VICINE? MAMME! IO VI ESORTO A NON FARVI CONDIZIONARE DALLE ESPERIENZE DI ALTRE MAMME. Ogni storia e vita credo, col senno di poi, che debba essere a sè! Un bacio grande che per un altro po’ non ci sentiremo…