La tv come babysitter? riflettiamoci

Ho trovato molto interessante questo articolo e ne condivido molte parti. Nonostante io abbia difficoltà fisiche nel muovermi, cerco di portare fuori i miei figli il più possibile. Che c’è di meglio di vederli correre in bici in piazza o un sano incontro con gli amichetti. Spero che l’articolo vi faccia riflettere.

http://www.repubblica.it/salute/forma-e-bellezza/2013/11/25/news/ragazzi_per_ogni_ora_davanti_a_tv_2_chili_in_pi_di_peso-71900190/

E una cosa che sottolineo è: non è che siccome è una cosa comune lasciare i bambini davanti alla tv o ai videogiochi questo sia una cosa da fare, del tipo: che ci sarà di male, lo fanno tutti! Ricordatevi sempre la regola di farli giocare ai videogiochi a giorni alterni, altrimenti diventerà un’abitudine troppo pesante. E per la tv, orari precisi e prestabiliti e mai a tavola o quando si mangia. Li capiscono benissimo anche i bambini di 4 anni. Ho cresciuto i miei di 10 e 6 anni in questo modo riesco a gestirli bene.

Ho visto, poco tempo fa, un programma su La5, in cui si sperimentava quanto mangia un bambino davanti alla tv e senza tv; risultati: davanti alla tv mangia il 25% in più, senza (e quindi consapevole di ciò che ha nel piatto), molto di meno. Ed è sempre sazio allo stesso modo.

Queste cose fanno riflettere…