Settimana 38: pipa e la sua pancia

Sono ormai alla 38esima, il ricovero per il cesareo programmato è durato poco. Il piccolo è di nuovo cefalico e quindi sono tornata a casa subito. Meglio così, la natura farà il suo corso anche se un po’ mi piaceva l’idea di conoscerlo oggi..Mancano solo 11 giorni però, posso resistere, spero solo non diventi troppo grande nella mia pancia che fra un po’ esplode.

Rimango in attesa e ancora per fortuna non sono così stufa come l’altra volta.

Se sentirsi sospesi può dare un certo disagio, dall’altra parte ha un grande fascino non sapere quale sarà il momento giusto. Questi nostri figli sono imprevedibili ancora prima di nascere, e l’attesa del parto è proprio l’essenza del senso della vita.