Quale dentifricio per i nostri bambini

Per i bambini sotto i 6 anni è importante usare un dentifricio con una quantità di fluoro inferiore ai normali dentifrici (Fluoro tra 500 e 1000 ppm). Si evita così sia la fluorosi (macchie o degenerazione dello smalto dei denti), sia disturbi gastrici o intestinali in caso di ingestione di quantità eccessive di fluoro. Solitamente questi dentifrici sono denominati BABY.

Ora sul mercato esistono anche i dentifrici JUNIOR (fascia +6), che sono per quantità di fluoro del tutto comparabili a quelli “normali” e quindi usati dall’adulto, che devono contenerne max 1500 ppm. Le marche Carrefour e Colgate in versione junior sono considerate al limite perché ne contengono 1000 ppm, contro la media di 1400 ppm degli altri.

In genere, basterebbe un unico dentifricio per tutta la famiglia, l’unico vantaggio dal punta di vista dei bambini è il gusto di questi dentifrici, che solitamente i più piccoli apprezzano di più rispetto ai sapori forti di menta comuni a molte marche.

Ricordate pertanto di riscontrare in etichetta questi dati durante l’acquisto del dentifricio per i vostri bambini:

• Il fluoro: sotto i sei anni 500-1.000 ppm; sopra i 6 anni 1.350-1.500 ppm.• Gli altri ingredienti: meno ce ne è, meglio è; massimo una decina di ingredienti (bene la silica, il sorbitol),  meglio evitare quelli con conservanti (paraben) e coloranti (C con numero).• Il gusto: lavarsi i denti dev’essere piacevole per i bambini, ma il dentifricio non deve essere confuso con una cosa buona da mangiare.

(Fonte www.altroconsumo.it)