Sconfiggere gli ossiuri

Come vi ho detto varie volte, i miei figli soffrono dell’invasione intestinale di questo parassita anche perché: mia figlia si succhia in maniera continua il pollice pur avendo 4 anni e mezzo e non c’è verso di farla smette, mio figlio di 8 anni, come tutti quelli della sua età, non è che sia troppo attento all’igiene delle mani. Pertanto per anni ho combattuto questa battaglia a colpi di Vermox e altre cose omeopatiche, ma, finito l’effetto del medicinale, queste bestiacce erano sempre lì a fare capolino. Ho trovato in un sito una metodo economico e non invasivo: basta mettere sul materasso una bella quantità di bicarbonato e, nel giro di 2 ore, tutte le uova degli ossiuri (ed eventuali altri parassiti come acari) muoiono, poi basta aspirare la polvere ed il gioco è fatto. Credo sia perché il bicarbonato, essendo igroscopico “secchi” le uova ed eventuali parassiti già formati, pertanto questi spariscono senza lasciare traccia. Prima di fare tutto questo, è bene prendere le dosi di medicinali ordinate dal medico. Un’altra cosa importante è quella di fare questo trattamento su TUTTI I LETTI DELLA CASA. Con meno di un euro si possono trattare tutte le parti in comune con i bambini e, finalmente dopo 3 anni di coabitazione con queste bestioline, siamo riusite a cacciarle da casa! Vi ricordo che, in alcuni asili la diffusione degli ossiuri può arrivare al 70%, è una cosa naturale perché i bambini hanno contatto continuo tra di loro, scambiandosi, cibo, baci o lavandosi poco o male le mani. Questo trattamento va fatto dopo aver lavato tutta la biancheria a 90° con disinfettante e un’igiene continua delle mani dei bambini, controllandogli giornalmente la lunghezza e la pulizia delle unghie. Può essere inoltre effettuato solo su materassi classici e non su quelli di lattice o di altro materiale. Allora, buono sverminamento!