Fluoff

ciao ragazze…qualcuna di voi conosce o ha già usato FLUOFF?? sono delle bustine di integratori, me li ha prescritti la pediatra come prevenzione per l’inverno…solo che lei mi ha detto una al giorno da ottobre ad aprile, ma su internet ho letto che vanno fatti cicli di 20 giorni..altra cosa: ci sono dentro 20 bustine, io devo usarlo per tutti e due i bimbi, quindi mi dura dieci giorni..e ogni dieci giorni dovrei spendere 18 euro…so che se fa bene ai bimbi ne vale la pena, però non è un po eccessivo??ci saranno altri prodotti simili con un prezzo un po inferiore??

Rispondi

×

Login

3

ciao

io, scusatemi, ma penso sempre che queste cose che tentano di vendere a noi mamme fanno parte non dell’universo SALUTE E BENESSERE ma dell’universo BUSINESS.

quando mi offrono prodotti di questo genere mi fermo e penso: ma io e tutti quelli che conosco siamo diventati grandi senza tutte ste cose, avremo avuto le ns influenze,  i ns raffredori ma eccoci qua! 

poi ognuno è libero di fare ciò che vuole!

ciao!

0

per me ogni medicina che devo dare ai miei figli è un incubo. Per cui preferisco evitare tutto ciò che non è necessario! Uso spesso anche io l’omeopatia, per me, ma faccio fatica già io ad essere costante e prendere tutti i granuli nei momenti giusti. Non darei integratori ai bambini a meno che non ne abbiamo veramente bisogno, tipo mancanza di calcio o stanchezza evidente. I pediatri spesso danno cose che sono state proposte loro dagli informatori del farmaco, e spesso noti che non cambiano l’evoluzione dell’inverno o addirittura della malattia. 

Anche secondo me i fermenti lattici sono sempre utili a cicli, soprattutto quando cambia il clima e poi magari l’oscillococinum (ma fattelo in caso prescrivere). Uso anche spesso l’euphorbium compositum a cicli per aiutare il naso (ma adesso il mio piccolo non vuole più farselo mettere) e lo stodal per la tosse che secondo me funziona. Insomma ho limitato le medicine a poche e davvero utili altrimenti come dici Flinki impazzisci! poi certi virus non si evitano…

Pipa
0

ho trovato che è un articolo uscito sulla rivista “figli felici” qualcuso usa questi metodi?? babette, tu che di solito sei per le cose naturali, cosa ne pensi?

 

 

Prova i ricostituenti…in granuli

Alcuni rimedi omeopatici possono essere efficaci per potenziare le naturali capacità di difesa dell’organismo e aumentare il numero di leucociti. Di conseguenza diminuiscono le probabilità di ammalarsi di malattie infettive. Questi rimedi si trovano in commercio in miscele già pronte e sono indicati soprattutto nei bambini che tendono a passare da un’infezione all’altra, spesso nella stagione fredda o più in generale durante tutto l’anno.

– Echinacea, ha azione antinfiammatoria, antisettica e aumenta in modo inequivocabile le funzioni difensive contro i microrganismi patogeni.

– Eleuterococco, è una pianta “adattogena”, utile cioè per potenziare la resistenza agli stress ambientali e rinforzare il sistema immunitario.

– Propoli, potenzia l’azione dell’echinacea ed è dotata di azione antibatterica naturale.

– Thuja, rimedio principe per i bambini che si ammalano facilmente di tonsilliti, otiti, faringiti nella stagione fredda. È utile anche per disintossicare l’organismo sottoposto a cicli di antibiotici e vaccinazioni.

– Uncaria tomentosa, pianta dalle proprietà immunostimolanti, che potenzia l’attività dei linfociti (le cellule “soldato” del sistema immunitario).

Dosi: si danno al bambino 5-7 globuli 2-3 volte al giorno da sciogliere in bocca o in poca acqua, lontano dai pasti. Per aumentare le difese nei casi di recidive si possono seguire cicli di trattamento di un mese, 2-3 volte nel corso dell’anno. Nella prevenzione delle malattie da raffreddamento si consigliano cicli di trattamento di 3 settimane con pause di una settimana, a cominciare da inizio autunno, e per tutto il periodo invernale.

In ogni caso è sempre buona norma consultare un medico omeopata (meglio se anche pediatra).

I vaccini omeopatici efficaci

Il vaccino omeopatico protegge dall’influenza (e non solo) aumentando le difese immunitarie del piccolo organismo senza iniettare agenti patogeni o altre sostanze potenzialmente nocive che invece caratterizzano i vaccini tradizionali di sintesi (possono contenere conservanti, mercurio e altro che accelerano la risposta immunitaria). I rimedi sono Anas barbariae 200 K e Influenzinum 9 CH, 1 tubo dose alla settimana per 6 settimane, a cominciare da ottobre, lontano dai pasti.

Le piante che gli evitano le pastiglie

Per sostenere il sistema immunitario del bambino si consiglia l’assunzione di quattro erbe con proprietà immunostimolanti che si trovano associate in un unico rimedio fitoterapico sotto forma di sciroppo. La dose varia in base all’età del bambino.

Rosa canina ed Echinacea (Echinacea angustifolia) sostengono le difese immunitarie naturali del bambino.

Talbebuia (Talbebuia avellanedae) riduce la proliferazione di virus e batteri delle vie respiratorie e modula l’azione del sistema immunitario.

Uncaria (Uncaria tomentosa) è antidolorifica e antinfiammatoria.

Starnuti e bruciore alla gola: l’omeopatia dà sollievo Se il virus ha attaccato il bambino, si consiglia di dargli ancora una volta la miscela omeopatica preventiva costituita da echinacea, propoli ecc. alla dose di 5-7 globuli ogni ora. A questa miscela si possono associare altri rimedi omeopatici:

Dulcamara se ha il naso chiuso Cura il raffreddore caratterizzato da naso chiuso, senza secrezioni, che compare dopo esposizione al freddo e peggiora all’aria aperta. Se ne assumono 3-4 granuli alla 7-9 CH, due o tre volte al giorno.

Kalium iodatum se c’è muco abbondante È il rimedio indicato quando le secrezioni nasali sono acquose, abbondanti, e irritano le narici e la mucosa nasale. I sintomi aumentano quando il bambino sta all’aria aperta. La dose è di 3-4 granuli alla 7 CH, 2-3 volte al giorno fino a miglioramento.

Antimonium sulfuratum, Bryonia, Drosera ed Eucalyptus, se ha anche la tosse Questi rimedi si trovano in commercio abbinati fra loro in un unico prodotto sotto forma di sciroppo: calmano la tosse e regolarizzano la formazione del muco. Se ne assumono 1-2 cucchiaini in poca acqua ogni 30 minuti. Con l’attenuarsi dei sintomi si dirada la somministrazione fino a 1-2 cucchiaini, 3 volte al giorno.

Aconitum, Gelsemium ed Eupatorium perfoliatum se c’è febbre Li troviamo associati in un unico prodotto: 5-7 globuli in poca acqua, lontano dai pasti, ogni 30 minuti, fino a risoluzione.

Propoli: il farmaco delle api La propoli è un rimedio che le api producono a partire dalla resina di alcuni alberi per sigillare le arnie e che noi sfruttiamo per le proprietà antibatteriche e antivirali contro raffreddori e influenze. Le dosi – è indicata la soluzione in gocce (senza alcol). Fino a 7 anni: 6-10 gocce 3 volte al giorno lontano dai pasti. Oltre i 7 anni: 15 gocce. Per un’azione intensiva, aggiungiamo un cucchiaino di polline al giorno nello yogurt del mattino.

 

2

Io sto dando ai miei bambini i fermenti lattici(un ciclo da 1 settimana) per rinforzare le difese e vitamina c (succhi d’arancia, ananas, spinaci…) per aumentare la resistenza del nostro organismo e la produzione di anticorpi. E poi incrocio le dita, ahah!!

1

mi ha dato anche la vitamina D, due goccie al giorno per lo stesso periodo