Sono a terra

ragazze mi sento da schifo…ammetto che in questo periodo sono sempre nervosa, ogni cosa mi fa schizzare come una molla, e ho sempre i nervi a fior di pelle, i miei bimbi sono sempre un litigio unico, cerco di distrarli ma litigano in continuazione.edoardo da quando ha cominciato l’asilo non mi ascolta mai ed è diventato una piccola iena, è dispettoso e è un capriccio unico,continua a sinsigare il fratello per litigare, anche se separatamente giocano bene insieme sono fuoco e fiamme.adesso stanno facendo ancora aerosol e antibiotico per bronchite asmatiforme…..

Ieri sera la botta: dico a gabri: vieni a fare l’aerosol ( che ora fa con il distanziatore e il ventoli), invece di respirare bene si mette a frignare e mi dice: mamma mi fai paura! Mi si è gelato il sangue! gli ho chiesto di cosa avesse paura e lui mi ha detto: ho paura che ti arrabbi perchè non lo faccio bene..

mi sento uno schifo…i miei bambini hanno paura di me o delle mie reazioni, se penso che loro mi vedono come un “mostro” sempre arrabbiato mi viene ancora da piangere…io sono affettuosa con loro, me li bacio e abbraccio, però a volte reagisco male allo stress…e questo mi fa stare male da morire…non voglio che si ricordino di me sempre arrabbiata invece che sorridente…

Rispondi

×

Login

2

Cara Elisa, capitano a tutti periodi particolarmente stressanti e con i nervi a fior di pelle.

Certo la cosa più sbagliata del mondo è mostrarlo ai nostri piccoli, ma siamo umane e può capitare a volte di esagerare con gli atteggiamenti errati. 

L’altro giorno, con la cameretta piena di giocattoli sparsi, pennarelli ovunque e ceste svuotate, mi sono arrabbiata ed ho detto a mio figlio che se non avesse sistemato, avrei cestinato tutti i giocattoli. Devo averlo detto con un tono orribile, perchè ho letto il suo spavento in viso: si è alzato di botto ed ha cominciato a posare i giocattoli guardandomi negli occhi….m’ha fatto un male vederlo così, che non ho resistito e me lo son abbracciato. Lui stava per piangere ed ha detto che si è spaventato. Gli ho poi spiegato con calma che i giocattoli vanno sistemati e l’ho aiutato a farlo. Mi sono promessa di non fare più una cosa del genere. So che può ancora capitare di arrabbiarmi, ma devo contare fino a 10 facendomi ascoltare dai bimbi senza uscire fuori dai gangheri.

Elisa abbiamo per fortuna modo per riparare, dobbiamo solo essere forti e … rileggere il post di M. Ciappetti “caro bambino” ogni tanto, per rinfrescarci la “sensibilità”

1

Anche a me capita di strippare… sarà perchè dopo aver lavorato con dei bambini vorrei arrivare a casa e trovare due statuine, sarà perchè la fatica di fare tante cose si fa sentire sempre al momento meno opportuno… fatto sta che la pazienza mi scappa, divento molto fisica e mi rendo conto che le mie cucciole, specialmente quella grande, mi temono… La piccola ha adottato una tattica diversiva: quando sente che in casa c’è maretta mi dice “Mamma ti voglio tanto bene”, quasi volesse mettere le mani avanti. Non ti dico che sofferenza averlo realizzato! La grande, che mi somiglia molto, è caparbia oltre misura e mi porta all’estremo… Dopo sfuriate, sculaccioni e cose simili, mi faccio l’esame di coscienza e mi sento davvero una merdina… Non serve a niente, mi ripeto sempre che cercherò di far più attenzione, invece ci ricado e mi sento una mamma da poco. Non è consolante sapere che succede anche ad altre mamme, dico la verità. Poi, lo so, mi vogliono bene, ma mi capita di chiedermi come fanno, a volte, a volermene!

1

Elisa, ho trovato un post al riguardo nel sito www.mammaimperfetta.it, si intitola ‘come curate le vostre ferite?’. Le risposte delle numerose mamme danno molti spunti di riflessione, anche condividere i nostri punti di debolezza può essere terapeutico…per me lo è…un abbraccio!

2

stai serena , cancella tutto e cerca di non farlo più. Non ci pensare più. I nostri piccoli ci amano incondizionatamente, e così noi loro. Respira e non sbottare, cerca di farli ragionare, sempre. A volte è difficile, ma ce la possiamo fare!!!!!!!!!!!!