Bimbi sulla neve, prime sciate.

“Brrr, che freddo mamma!”, “Questi scarponi non li voglio mettere”, “voglio i bastoncini!”, “non voglio frenare mamma voglio andare velocissimo!”. Dovremmo scriverci tutte le frasi che pronunciano i nostri piccoli intrepidi sciatori alle prime armi.

è inverno, la neve abbonda, il sole ogni tanto fa capolino sulle nostre montagne, armiamoci di coraggio e portiamo i nostri bimbi a sciare! Di solito le prime esperienze si fanno a 4 anni, ma si può iniziare molto prima a far prendere confidenza con la neve scivolando con il bob. Certo, il freddo, gli scarponi, il casco sono deterrenti forti anche per noi e spesso la pigrizia prende il sopravvento. Ma come tutti gli sport anche lo sci è un’esperienza di vita che vale la pena offrire ai nostri figli. Certo può essere un po’ costoso per cui bisogna spesso scegliere località meno di grido o limitare il numero delle volte in cui si va in montagna.

Le prime volte è meglio prendere un maestro, magari specializzato nei bambini, il quale “inizierà” il bimbo agli sci in modo giocoso e senza spiegazioni intellettuali sulla tecnica da imparare. I bambini imitano, è sufficiente che osservino i movimenti fatti dall’adulti per metterli in atto subito dopo.

E se il bambino si rifiuta o ha paura? Lasciamolo in pace, riproverà un altra volta. Cerchiamo però di non mettergli noi in testa delle paure che non avrebbe tipo riguardo alla velocità o alle cadute. Rispettiamo i suoi tempi. Prima o poi magari sarà lui a chiedere di riprovarci. è importante non umiliarlo, non fare confronti magari col fratello o con altri bambini, non deve vivere i primi momenti in modo competitivo. è un’occasione di vita, non una gara. D’altra parte ci sono bambini che vanno spronati un po’ di più di altri altrimenti non proverebbero mai niente. Alle volte basta insistere un pò, seppure con dolcezza, e resistere ai pianti delle prime volte e poi è il bambino stesso ad essere felice per aver scoperto una nuova attività che lo diverte.

E ricordiamoci che ogni nostro commento a voce alta viene ascoltato e interiorizzato dal bambino, quindi occhio a quello che diciamo, non possiamo rischiare conseguenze negative sulla sua autostima, proponiamogli solo occasioni nuove per imparare, divertirsi e fare esercizio fisico all’aria aperta.

Certo fa impressione vedere questi piccoli esserini in seggiovia o buttarsi a giù a spazzaneve per le piste, almeno oggi sono obbligati ad usare il casco! ai nostri tempi nemmeno si prendeva in considerazione.