La stomatite

La stomatite è un’infezione virale trasmessa per via salivare, dunque con la tosse, scambiando posate, bicchieri ecc., ed anche l’asciugamano. Ovviamente se si presenta una stomatite primaria, meglio se il bimbo è allontanato dall’ asilo perchè c’è il rischio di contagio.   La stomatite può essere  causata:

da un adenovirus o da un enterovirus (si definisce in questo caso come stomatite aftosa) e si manifesta con febbre intorno ai 38°C (dura generalmente 3-4 gg) associata a piccole afte estese su TUTTA la mucosa della bocca;
dal virus herpes simplex 1 (si definisce quindi stomatite erpetica) e si manifesta con febbre molto alta (anche 40°C) che  può durare oltre 6 gg, e si associa ad afte estese a tutta la bocca, compreso il labbro (il bimbo non mangia  ed è molto debole). è importante che il bimbo non si tocchi la bocca con le mani perchè potrebbe diffonderla anche su alcuni punti del viso.

Si risolve nel primo caso nel giro di 10-14 gg, nel secondo anche dopo 20 gg.

L’incubazione è quasi uguale in entrambi i casi, il bimbo è anche contagioso 2 gg prima che si manifestino le bolle che si rompono diventando afte.   Le afte sono molto piccole, come già detto, e distribuite ovunque, bianche oppure rosse con bordo bianco. Si tende a curare la sintomatolgia, ma quando è dovuta all’herpes simplex virus, il pediatra potrebbe prescrivere una cura con Aciclovir.  L‘Herpes virus rimane dormiente nel ganglio nervoso x poi riattivarsi, determinando la fase acuta della malattia, quando il soggeto è sotto stress o ha un calo delle difese immunitarie. in questo caso non sarà necessario l’allontanamento da scuola del soggetto colpito.

Post di Carlene, esperta odontoiatra