Notizie: concorso unicef per la progettazione dei baby pit stop a milano

Per chi allatta d’inverno come me sa bene quanto sia scomodo andare in giro col bambino, godersi pranzo o cena fuori, fare shopping soprattutto abitando fuori città. Mi capita di alattarlo al ristorante, se spazioso, ma poi cambiarlo diventa un incubo.

Sono quindi contenta di questa iniziativa di Unicef lanciata già a Dicembre e vicina alla conclusione: un concorso per la progettazione di Baby Pit Spot rivolto a  giovani designer con meno di 26 anni. Speriamo poi che gli esercenti la mettano in pratica davvero magari con l’aiuto  di fondi comunali e parlo soprattutto dei luoghi meno abituati a tener conto delle esigenze dei piccolini.

Nel comunicato stampa si spiega tutto meglio:

Milano, 21 dicembre 2010

I giovani designer hanno tempo fino al 1 marzo 2011 per partecipare al concorso promosso da Unicef, in collaborazione con Prénatal, e contribuire alla progettazione di Baby Pit Stop a Milano: aree di sosta cittadine concepite per permettere alle neo-mamme che si trovano fuori casa, di allattare al seno e cambiare i loro bambini in  ambienti accoglienti e riservati. Gli studenti di età inferiore ai 26 anni, iscritti alle Facoltà di Architettura, Ingegneria, Design, Accademia di Belle Arti, potranno infatti presentare entro tale data  gli elaborati progettuali con le idee più innovative per arredare questi nuovi spazi a misura di mamma e bambino. La premiazione avverrà ad aprile in occasione della settimana del Mobile a Milano: i primi tre classificati riceveranno un compenso in denaro rispettivamente di € 3.000, € 2.000 e € 1000.

 

Il bando di concorso integrale è pubblicato sul sito www.unicef.it